Archivio

Archivio per la categoria ‘penso troppo’

David

30 agosto 2008 Commenti chiusi

Questa è un’e-mail che circola ultimamente, è talmente simpatica che la riporto pari pari!

 

 David di Michelangelo

Dopo due anni negli USA, il David di Michelangelo ritorna a casa…

Prosegui la lettura…

Share
Categorie:penso troppo Tag:

Dal mio archivio – 7 – Humor d’ufficio

20 agosto 2008 Commenti chiusi

Ricopio dall’antica fotocopia di un foglio dattiloscritto una vecchia storiella che sicuramente avete già letto, ma che mi fa comunque piacere riportarvi. Credo che risalga agli anni ’80, o forse prima ancora.

 

In una certa occasione una famiglia inglese trascorse le sue vacanze in Scozia, e in una delle loro innumerevoli passeggiate osservarono una graziosa villetta in campagna, che subitamente sembrò adatta per le loro vacanze estive.

Indagarono su chi fosse il proprietario, e seppero che questi era un Pastore Protestante, al quale si diressero per chiedere che mostrasse loro la piccola proprietà.

Il Protestante gentilmente lo fece, e, sia per la comodità, sia per l’ottima posizione, fu gradita da tutti, e firmarono un compromesso per affittarla per l’estate futura.

Di ritorno in Inghilterra ripensarono dettagliatamente ogni locale, e all’improvviso, la signora ricordò di non aver visto il W.C.

Data la praticità inglese, decise di scrivere al Pastore per  chiederlo, e lo fece nei seguenti termini:

"Stimato Pastore, sono un membro della famiglia che tempo fa visitò la sua piccola proprietà con il proposito di affittarla per le nostre prossime vacanze estive, e, siccome tutti ci siamo dimenticati di un piccolo particolare, vengo a pregarla di indicarci per favore approssimativamente il luogo dove si trova il W.C."

Al riceverla, il Pastore non comprese l’abbreviazione W.C., e credendo che si trattasse di una Cappella della religione Anglicana chiamata WALES-CHAPEL, rispose:

"Stimato signore, ho il piacere di informarla che il luogo al quale Lei si riferisce si trova a circa 12 Km. di distanza dalla casa. E’ modesto, soprattutto se si ha l’abitudine di andarci con frequenza, ma in questo caso è preferibile portare qualcosa da mangiare e rimanere nel luogo tutto il giorno. Alcuni ci vanno a piedi, altri in tram, ma tutti arrivano al momento preciso.

C’è posto per 400 persone a sedere e 100 in piedi; c’è l’aria condizionata per evitare agglomeramenti; i sedili sono tutti in velluto. Si raccomanda di arrivare per tempo per trovare posto, – la mia signora, per non averlo fatto, 10 anni fa dovette sopportare la cosa in piedi e da allora non utilizzerà più tale servizio. I bambini siedono vicino ai grandi e tutti cantano in coro. All’entrata, a ciascuno  viene dato un foglio e le persono che non arrivano in tempo alla distribuzione possono utilizzare il foglio del compagno di sedile, però all’uscita dovranno restituirlo per potere in seguito essere utilizzato tutto il mese.

Tutto ciò che verrà depositato servirà per dare da mangiare ai piccoli dell’ospedale.

Ci sono fotografi specializzati che prendono fotografie nelle diverse pose, e queste saranno pubblicate sui quotidiani cittadini della Sezione Sociale, così si potranno vedere le diverse persone nel compimento di questi atti tanto umani."

La famiglia inglese decise di cambiare località di villeggiatura.

 

Share
Categorie:penso troppo Tag:

Dal mio archivio – 6 – Humor d’ufficio

19 agosto 2008 Commenti chiusi

Probabilmente questa vignetta non è la novità dell’anno, comunque eccola qua:

 

Per vedere quel che succede dopo il matrimonio vedi la pagina di approfondimento…

Prosegui la lettura…

Share
Categorie:penso troppo Tag:

Dal mio archivio – 5 – Il Giornale di Vicenza

17 agosto 2008 Commenti chiusi

Una notizia degli anni ’90, purtroppo ho perso la data esatta di pubblicazione sul Giornale di Vicenza:

 

Share
Categorie:penso troppo Tag:

Dal mio archivio – 4 – Humor d’ufficio

16 agosto 2008 Commenti chiusi

 Ed ecco un foglio che girava in ufficio durante la prima metà degli anni ’90, quando il PC era ancora un animale raro negli uffici… ma la sostanza non cambia molto!

Per leggere

Evoluzione del rapporto con un terminale 

 vai nell’approfondimento…

 

Prosegui la lettura…

Share
Categorie:penso troppo Tag:

Dal mio archivio – 3 – Il Giornale di Vicenza

15 agosto 2008 Commenti chiusi

Notiziona dal Giornale di Vicenza del 7 gennaio 2000:

Share
Categorie:penso troppo Tag:

Dal mio archivio – 2 – George Bush

13 agosto 2008 Commenti chiusi

Era da poco iniziata la guerra in Iraq, il mondo chiedeva a gran voce l’intervento dell’ONU…

"Ma certo che ci sarà un ruolo per l’ONU"

Share
Categorie:penso troppo Tag:

Dal mio archivio – 1 – George Bush

12 agosto 2008 Commenti chiusi

Dal mio archivio cartaceo (frase in codice per dire "sto facendo ordine e prima di buttare questo ritaglio lo pubblico in rete"):

una vignetta dal quotidiano inglese The Guardian, datato 12 febbraio 2003. Si stava preparando la guerra in Iraq, scatenata il 20 marzo dello stesso anno. Francia, Germania e Belgio non vollero dare il loro supporto alla guerra, gli USA furono molto critici a riguardo.

Traduco:

YURP?? YURP!?!

Puzzolenti mangiatori di formaggio…

…teste quadre naziste pacifiste…

gli abbiamo salvato il culo in due guerre mondiali!

Gli abbiamo bombardato il culo in due guerre mondiali!

… e comunque dov’è il Belgio?

 

Share
Categorie:penso troppo Tag:

Alitalia

11 agosto 2008 Commenti chiusi

…e la cordata ancora non si vede…

 

…a meno che non si tratti di tiro alla fune…

 

 

Share
Categorie:penso troppo Tag:

A chi interessa ancora l’ecologia?

12 luglio 2008 Commenti chiusi

Questa volta sto dalla parte del Papa. Oggi ha detto che

"I politici e i tecnici devono essere capaci di rispondere alla grande sfida ecologica e di essere all’altezza di questa sfida" (fonte ANSA)

Il mondo è cambiato negli ultimi anni: la corrente ecologista della politica era riuscita a farsi spazio addirittura di governo in vari Paesi negli anni ’90, poi però è stata riassorbita dalla politica tradizionale, quella che bada alla gestione dell’economia e del potere con una visione di qualche anno al massimo. 

Gli argomenti ecologisti erano e sono a tutt’oggi validissimi, ma l’applicazione pratica di questi principi si è rivelata difficile – un po’ per gli atteggiamenti dogmatici di certi "verdi", atteggiamenti irricevibili dalla massa della popolazione, un po’ per lo scontro con interessi economici forti che da sempre oppongono una grande resistenza a cambiamenti che significano un aumento di costi non necessariamente coperto da un adeguato aumento dei ricavi, e infine per una certa stanchezza generale di fronte ad argomenti sempre uguali a se’ stessi.

Il fatto è che il problema dell’impatto umano sull’ecologia della Terra è oggi addirittura più grande di vent’anni fa: è di ieri per esempio la notizia che la Cina nel 2008 consuma la stessa quantità di petrolio degli USA. La Cina però è molto, molto meno sensibile ai problemi ecologici degli USA, che già di per sè lo sono solo fino ad un certo punto.

E’ interessante che sia il Papa, il capo della religione cattolica, a sollevare la questione. la Chiesa è da sempre attenta alla propria posizione diplomatica oltre che religiosa ed apostolica, muovendosi con orizzonti temporali ben più ampi di quelli della politica: evidentemente giudica che l’argomento ecologico sia più sentito oggi di quanto non si rendano conto i governi, ed altrettanto giudica che avrà ancor maggiore importanza in futuro.

Per una volta credo proprio che il Papa abbia ragione.

Share
Categorie:penso troppo Tag: