Archivio

Archivio per la categoria ‘diario di viaggio’

La clessidra inglese – vol.2 Lincoln

24 ottobre 2005 1 commento

< %image(inghilterra ok.GIF|350|373|La VERA mappa del viaggio!)%>
Intanto rettifico l’itinerario del viaggio; ? quello in giallo, non quello in rosso! Sorry…

Quattro ore e mezza di strada per andare in un posto di cui non si sa assolutamente nulla, se non che ? lontano da ogni altro luogo che gi? si conosce: era una cosa abbastanza insensata da fare perch? lo facessimo noi. E cos? dal sud-ovest ci siamo spostati al nord-est dell’Inghilterra, seguendo le stradine pi? strette delle Midlands per arrivarci.

Lincoln ? una bella sorpresa per chi ci arriva. In mezzo alla piatta pianura che si estende dai dintorni di Nottingham al mare si erge una cresta rocciosa su cui stanno piantate la citt? vecchia e sicuramente una delle pi? belle cattedrali che mi sia mai capitato di vedere. Ma, visto che era sera, siamo andati in albergo. L’Old Bakery ? un ristorante di classe con sopra tre camere in alloggio come B&B. Lo chef ? un italiano di quelli che si incontra in giro per I’ll mondo: ha sposato un’inglese, ma resta pi? profondamente italiano di qhiunque io conosca, incarnando lo stereotipo che il mondo ha di noi (o quasi): scuro di capelli, parla a voce alta ed il suo accento si trova fra Roma e Siracusa, qualunque sia la lingua che sta prarlando; espansivo, cordiale, e, appunto, fa il cuoco.

Il ristorante ? sicuramente ottimo, ma piuttosto caro: difficilmente si sccende sotto alle ? 50,- (ca. ? 75) a persona, perci? abbiamo lasciato la camera, nuova e pulitissima, per cercare da mangiare senza svenarci… e abbiamo trovato The Crust. Il ristorante si trova sulla High Street, l’equivalente inglese del Corso principale della citt?. Abbiamo mangiato benissimo in un locale accogliente, al prezzo di una decina di sterline a testa, un paio di birre a testa incluse. E Il cameriere, professionalissimo e simpatico, ? pure batterista in un gruppo punk ed uno heavy metal in citt?. Ci ritornerei in qualsiasi momento (se non fosse per Il biglietto aereo)!

Prosegui la lettura…

Share
Categorie:diario di viaggio Tag:

La clessidra inglese – vol.1 Il Sud Ovest

29 settembre 2005 3 commenti

< %image(inghilterra.gif|350|373|La clessidra inglese, ovvero il viaggio meno logico che si potesse organizzare)%>
La clessidra inglese, ovvero il viaggio meno logico che si potesse organizzare

Attrezzatissimi per la Cornovaglia, Zumba ed io ci siamo equipaggiati per una vacanza a base di camminate lungo la costa, con tappa ogni sera in un bed & breakfast (d’ora in poi B&B) diverso ogni sera. Di conseguenza non siamo andati in Cornovaglia. Abbiamo noleggiato un’auto. Abbiamo girato mezza Inghilterra. I voli erano gi? prenotati prima di cambiare idea. Ne ? uscito un giro strampalato a forma di clessidra di cui, se volete, leggerete nelle prossime puntate.

Fra qualche giorno dovrebbero apparire magicamente online anche le foto…

Prosegui la lettura…

Share
Categorie:diario di viaggio Tag:

Impressioni di Cina <5>: foto e altro

7 agosto 2005 Commenti chiusi

Questa ? l’ultima puntata sulla Cina, scritta prima che la memoria sparisca del tutto dalla mia vecchia e decrepita mente. Finalmente ho inserito le foto del viaggio cinese!

Shin ? una parola che ho sentito spesso in Cina, entra in tutti i discorsi e pervade il paesaggio urbano e rurale. Significa “nuovo”, ed il nuovo ? un tema importante quando si parla di Cina oggi.
Prosegui la lettura…

Share
Categorie:diario di viaggio Tag:

Impressioni di Cina <4>: igiene

17 luglio 2005 3 commenti

< %image(ToiletRules0.jpg|225|300|Toilet Rules)%>

L’igiene in Cina ? un concetto molto diverso da quello occidentale. Volendo essere cattivo, non mi sono accorto che fosse un concetto particolarmente importante.

In realt?, visto il sovraffollamento che affligge la Cina delle grandi citt? e delle coste, senza un minimo di regole di pulizia non esisterebbero nemmeno i cinesi: detto questo per?, direi che i margini di miglioramento siano notevoli. Non ? assolutamente strano per un cinese scatarrare e sputare per strada: pare anzi che questa abitudine rumorosa e francamente piuttosto disgustosa sia uno dei motivi per cui le epidemie annuali di influenza nascano proprio qui (circostanza comunque principalmente legata di nuovo alla fenomenale densit? di popolazione). Certamente sentire degli “sguarrrghh – ptsci?!!” ad ogni pi? sospinto non ? particolarmente armonioso per le orecchie di noi pivelli occidentali.

Ovunque si vada in citt? ci sar? sempre qualche banchetto che frigge pezzi di pianta o di animale non meglio definiti in un olio dal colore improbabile e dall’odore ancor meno promettente. Per pochi spiccioli te ne incarteranno qualche manciata in un foglio di giornale, e te li mangerai per strada, sputando ossi e bucce dove ti capita sul selciato, gettando accuratamente il cartoccio ormai vuoto leggermente dietro ai tuoi piedi mentre te ne vai per i tuoi affari. Tutto questo contribuisce all’odore piuttosto intenso e pungente delle citt?, soprattutto dei quartieri pi? popolari e tradizionali. Non ho mai ceduto alla tentazione (vera) di provare queste bancarelle visto le note carenze igieniche in fatto si bagni e toilette in Cina. Loro ci sono abituati da piccoli, e la dissenteria non gli viene pi?: noi no.

Proprio a proposito di bagni e toilette, riporto la foto di un poster trovato nel bagno di un’azienda che ho visitato. Il fatto che sia necessario appenderlo fa un po’ riflettere sulla mancanza di regole di comportamento certe… comunque ? piutttosto divertente!

Date le dimensioni delle immagini ho preferito non riportarle in home page: per vederle clicca su [continua…]

Prosegui la lettura…

Share
Categorie:diario di viaggio Tag:

Impressioni di Cina <3>: cibo

14 giugno 2005 9 commenti

Conosco fior di persone, fra di loro alcuni professionisti che per lavoro si recano spesso all’estero, che storcono il naso all’idea di mangiar cinese.

Di fronte alla qualit? media dei ristoranti cinesi in Italia posso anche capirli.

Prosegui la lettura…

Share
Categorie:diario di viaggio Tag:

Impressioni di Cina <2>: traffico

8 giugno 2005 1 commento

Quando ci si mette per strada in Cina ? meglio dimenticare qualunque concetto occidentale su come si dovrebbe o non si dovrebbe guidare: sarebbe controproducente insistere, oltre che perfettamente inutile.

Ti sei sentito nervoso nel traffico di Milano, intimorito in quello di Roma, spaesato in quello di Napoli?

La Cina non fa per te.

Prosegui la lettura…

Share
Categorie:diario di viaggio Tag:

Impressioni di Cina <1>: musica

7 giugno 2005 1 commento

Di ritorno da un viaggio di una decina di giorni in Cina, la prima cosa di cui mi viene in mente di scrivere ? la musica cinese, quella che ho sentito alla radio durante gli interminabili viaggi interni, quella onnipresente nei locali, nei negozi, nei parchi.
E dei CD (ovviamente piratati) che mi sono portato a casa.

Prosegui la lettura…

Share
Categorie:diario di viaggio Tag:

Ritardi bizzarri

16 aprile 2005 3 commenti

Ieri sera sono rientrato da Londra con il volo Ryanair FR3564 delle ore 19:30 da Luton a Treviso, ed era in ritardo…
Nulla di particolarmente eclatante, se non fosse per il bizzarro motivo del ritardo di mezz’ora!

Vi dir? solo che la polizia ha portato via un tizio in manette.

Prosegui la lettura…

Share
Categorie:diario di viaggio Tag:

Castelli bavaresi

21 febbraio 2005 Commenti chiusi

<%image(2005-02-12 Alpensee.jpg|550|292|Viaggio in Baviera)%>

Un piccolo viaggio lungo un fine settimana ad uno dei luoghi pi? visitati di Germania: i castelli bavaresi.
Un classico da affrontare fuori stagione, vista la marea di turisti che vi si reca in pellegrinaggio ogni anno – si parla di centinaia di migliaia. Febbraio ? una stagione eccellente, e, come a noi, capita spesso di arrivare in un paesaggio ammantato di neve, ancora pi? magico del solito.

Ho inserito qualche foto online, per chi le volesse vedere…

Ah si: per qualche info turistica consiglio il sito tuttobaviera.it, il sito di un appassionato bavierofilo (si dice?!?).

Share
Categorie:diario di viaggio Tag:

Dettagli

1 settembre 2004 Commenti chiusi

Fotografo molto, secondo molti troppo… li capisco, ma non riesco a farne a meno! Per farmi (forse) perdonare, ho inserito un nuovo album chiamato dettagli, una selezione dei miei scatti preferiti. Ne mancano ancora molti, ho intenzione di rimpolpare l’album un po’ alla volta, col tempo. Intanto sparatevi queste!

Share
Categorie:diario di viaggio Tag: