Archivio

Archivio autore

Libertà di espressione in internet

21 settembre 2012 Commenti chiusi

A volte ci si trova a dover difendere l’indifendibile, e dover dissentire con quello che sembrerebbe buonsenso. Ora vi spiego.

Leggo dall’ANSA di oggi 21 settembre 2012 due titoli che hanno fatto a loro modo scalpore:

Islam: sit-in Roma, stop film o protesta – Rappresentante bengalese, bandirlo da internet entro 24 ore
Un rappresentante dell’associazione dei bengalesi di Roma avrebbe detto ”Chiediamo al governo italiano, al ministro della Cultura,di cancellare il film contro Maometto su internet in tutta Italia entro 24 ore.Se non accadra’ andremo avanti. Tutti noi musulmani del mondo siamo pronti a morire per questo

Paris Hilton: gay? Disgustosi e con Aids – Ereditiera poi si scusa: omosessuali sono forti e interessanti
Paris Hilton avrebbe detto ”Sono disgustosi e sempre arrapati, e poi hanno anche l’Aids” ad un amico gay mentre era in taxi, la prova è la registrazione della conversazione da parte del tassista.

Bene: io difendo Paris Hilton e credo che la richiesta dei bengalesi di Roma non sia in nessun modo accettabile. La mia opinione però non ha nulla a che vedere con il merito di quello che dice o non dice Paris Hilton o se il film incriminato sia o meno offensivo per i musulmani.

Cominciamo con il caso più semplice: Paris Hilton è stata registrata durante una conversazione privata. Quello che ha detto è stato registrato a sua insaputa e diffuso senza il suo consenso: questo è un problema, a prescindere da quello che può avere detto. Riguardo al merito di quel che ha detto trovo molto sospetta la circostanza che stesse parlando ad un amico gay: qual’era il suo tono di voce? Il contesto del discorso? Magari stava prendendo in giro il suo amico, magari era di cattivo umore ed ha detto una sciocchezza per ferirlo… e magari erano comunque fattacci suoi. Creare uno scandalo attorno a questa registrazione pirata non è eticamente corretto.

Ed ora la richiesta dei musulmani bengalesi: non ho dubbio che si sentano offesi dal cortometraggio “L’innocenza dei musulmani”. Probabilmente hanno pure ragione, anche se poi a guardar bene è stata montata una polemica enorme (e pericolosa, tanto che ha fatto molti morti!) attorno ad un filmato di pessima fattura ed opinione di un singolo – nulla di che parlare, in realtà.
Il punto è un altro: ammettiamo che, per assurdo, il governo italiano accettasse di oscurare il video in questione da internet in Italia. Ammettiamo pure che ne abbia i mezzi (probabilmente non ce li ha). Bene, cosa succederebbe? Sarebbe un precedente importante che getterebbe le basi per permettere di oscurare (leggere: censurare) qualunque cosa che si decida offenda qualcuno. Magari per questioni religiose, ma pure etiche, politiche… insomma sarebbe un vero attentato alla libertà di espressione in rete.
Per questo motivo devo difendere il diritto di pubblicare video o materiale anche contrario alle mie convizioni personali. Anche quando si tratta palesemente di spazzatura.

Share

Idraulici del Suono: Idrosound!

10 agosto 2012 Commenti chiusi
Categorie:penso troppo Tag:

Relax

21 luglio 2012 Commenti chiusi

Relax

Un inchino alla creatività umana.

Share
Categorie:penso troppo Tag:

Le meraviglie della truffa creativa!

14 luglio 2012 Commenti chiusi

I truffatori dell’e-mail “esca a cui abboccare” sono sempre più creativi, ma ci vuole sempre qualche gonzo che abbocchi agli ami che buttano. Per avere qualche speranza di farci soldi bisogna spedire centinaia di migliaia di e-mail, magari milioni, a qualunque indirizzo e-mail che capiti sottomano: cosa c’è di meglio dunque delle e-mail aziendali, pubblicate così liberamente in milioni si siti web ufficiali? Tenendo conto delle conoscenze informatiche della centralinista media, qualche click inappropriato ci scappa facilmente… dove lavoro io la centralinista non capisce nulla di nulla di spam, internet e informatica in genere, ma è furba abbastanza da capire che se clicca sul link sbagliato verrà fustigata pubblicamente nel piazzale del magazzino. Quindi per non sbagliare mai, spedisce a chi sa essere un po’ più scafato di lei, ma non troppo in alto per non ricevere strali dirigenziali sulla sua povera testa. Insomma spedisce tutto a me.

Mi è arrivato l’altro giorno un messaggio che ho trovato semplicemente incredibile nella sua ingenua e assurda faccia tosta. Ve lo riporto:

Greetings, I am Mrs . Asma al-Assad, first lady of Syria.
The wife of Syria President Bashar al Assad, I have a proposal for you If you know you can do this, contact me via my private box: emmaasma924@yahoo.com.hk so that I can furnish you with more details but if my offer is of no appeal to you, delete this message and forget I ever contacted you. I await your reply, Regards, Mrs. Asma al-Assad

Non mi preoccupo di pubblicare anche l’indirizzo e-mail, al peggio verrà beccato da qualche spam spider che lo userà come bersaglio.
Per chi non sa l’inglese ecco la traduzione:

Buongiorno, sono la Sig.ra Asma al-Assad, first lady della Siria.
Essendo la moglie del presidente siriano Bashar al-Assad, ho una proposta per lei, se lo sa mi contatti all’indirizzo privato: emmaasma924@yahoo.com.hk in modo tale che le possa fornire maggiori dettagli, ma se questa offerta non è di suo interesse cancelli il messaggio e si dimentichi che l’abbia mai contattata. Attendo la sua risposta.
Saluti, Signora Asma al-Assad.

La totale improbabilità che la moglie del presidente siriano, per quanto possa essere in difficoltà, contatti l’azienda per cui lavoro per proporre un fantomatico affare, chiedendo di rispondere ad un indirizzo di Hong Kong, è così evidente da essere completamente umoristica.
Eppure, dentro di me ho il dubbio che qualcuno presto o tardi le risponderà per saperne di più… e magari perchè ci crede veramente.

Share
Categorie:penso troppo Tag:

Una giornata speciale

30 giugno 2012 Commenti chiusi

Che venerdì giornata strana il 29 giugno 2012… dopo aver pensato male in ogni maniera possibile di lui, gli italiani mezzi matti per Mario Balotelli. Alla fine se ci pensiamo bene è lo stesso ragazzotto intemperante che è sempre stato, gioca bene a calcio come ha sempre fatto, ha la pelle nera e gli tirano le banane. Scommettiamo che fra qualche tempo ricominciamo?

Mario Monti è andato a Bruxelles, ha negoziato condizioni favorevoli all’Italia come nessuno dei nostri politici “di mestiere” non hanno mai fatto. La borsa è impazzita, +6% a Milano: ma cos’è cambiato rispetto al 28 giugno? Nulla in realtà: la borsa rimane effimera, un battito d’ali di farfalla la può esaltare come deprimere. E noi stiamo anche a seguirla giorno dopo giorno, ora dopo ora, nella vana illusione di capirla. Il risultato ed il senso sono gli stessi dell’attenzione all’umore di una ragazzina volubile di sedici anni: se comanda lei siamo spacciati.

Nel frattempo i nostri politici “professionisti” hanno cercato di accreditarsi il successo di Monti, quasi che lui non fosse che un emissario di Alfano, Bersani e Casini. Anzi, ora che Monti sta iniziando a riuscire nell’impresa di tirare fuori dalle secche l’Italia i politici iniziano a scalpitare per riprendersi i posti ceduti ai tecnici. Per prendersi gli onori, visto che gli oneri ormai se li sono beccati altri. Mai sottostimare la somiglianza al culo della faccia di un politico.

Il motto del giorno: xe fasile spacar noxe col cicio dei altri.

Share
Categorie:penso troppo Tag:

E l’ultimo chiuda la porta

25 giugno 2012 Commenti chiusi

Non lo sapevo (ma sono tante le cose che non so…): le tartarughe giganti delle Galapagos, oggetto di  tanti documentari sugli animali che mi hanno riempito gli occhi, la mente e la fantasia da bambino, non ci sono più. Si sono estinte oggi con la morte di George, l’ultima tartaruga gigante ancora in vita. Tecnicamente penso che la specie fosse già estinta con la morte dell’ultima femmina, chissà quanti anni fa.

Oltre al dispiacere mediatico, fa riflettere che ogni giorno ci sono specie che si estinguono in silenzio, fra l’indifferenza generale: l’ultima tartaruga gigante delle Galapagos era sufficientemente simpatica e riconoscibile da meritarsi qualche riga sull’ANSA di oggi. Mi viene il dubbio che anche il turista ecologico di buona volontà sia parte del problema: l’uomo calpesta, si affolla, mangia e caga in posti in cui non dovrebbe esserci – anche in nome dell’ecologia.

 

Amen

Share
Categorie:...e non mi piace Tag:

24 giugno 2012

24 giugno 2012 Commenti chiusi

Con 24 ore di ritardo, ma è il tempo fisiologico per ritornare all’umanità dopo una giornata di festa, annuncio al mondo intero che dopo 5 anni Robobloggo è ancora ammaliato da Donna Carla, e che per rinnovo tacito il contratto di matrimonio è rinnovato per altri 5 anni!

 

Cambiando discorso, anche oggi l’ANSA regala una notizia di quelle estive:

Litiga con i vicini e con una ruspa sfonda tutto
Alla periferia di Roma, ha anche danneggiato tre auto. Arrestato
23 giugno, 21:23

Ha distrutto i muri perimetrali di due villette e danneggiato gazebo e tre auto con una ruspa dopo una lite con i vicini.

Momenti di follia nel primo pomeriggio, a Roma, nel quartiere periferico di San Basilio, dove un uomo di 78 anni, con alcuni precedenti, è stato poi arrestato dalla polizia.

Intorno alle 16, in via Galatea, l’uomo si è messo al volante della sua ruspa dopo aver minacciato i suoi vicini, secondo quanto riferito da testimoni, con un machete a causa di un contenzioso che riguardava un passaggio tra le due proprietà.

In alcuni minuti di follia il settantottenne ha prima sfondato i muri perimetrali delle due ville adiacenti all’interno del comprensorio dove abita, poi ha distrutto un gazebo e, sempre con la ruspa, ha infierito su tre loro auto.

All’arrivo della polizia l’uomo si è anche scagliato contro l’auto degli agenti, che sono riusciti a salire sulla ruspa e a bloccarlo ferendosi lievemente. L’uomo è stato fermato e portato in commissariato a San Basilio.

Non c’è che dire, il caldo fa miracoli!

Share
Categorie:penso troppo Tag:

21 giugno 2012

21 giugno 2012 Commenti chiusi

E’ la sera del 21 giugno 2012: è appena trascorsa la giornata più lunga e luminosa dell’anno all’insegna di temperature veramente estive: 32°C, sole ed afa. Ci dicono che sia l’alta pressione africana chiamata “Scipione”… qualunque sia il suo nome è un bel tempo estivo di quelli che ricordo da sempre.

Appena fatta la doccia serale sono stato sorpreso da alcune luci brillare dall’interno di un appartamento del palazzo di fronte. Questo edificio è noto in zona come l’alveare per la sua architettura evocativa e soprattutto per il fatto di essere una specie di porto di mare in cui vive gente di ogni tipo e nazionalità, spesso per periodi sorprendentemente brevi. Ebbene, dalla penombra di un appartamento brillava e lampeggiava una fila di palline colorate e luminose: inizialmente incredulo, ho dovuto accettare quello che vedevo: addobbi natalizi, probabilmente a decorare un albero di Natale.

Per concludere in bellezza la giornata ho sorriso di fronte al ritorno delle notizie estive “da ombrellone”: questa è talmente simile alla trama di una commedia che la devo riportare tal quale è stata pubblicata dall’ANSA:


Si crede moribondo e spende tutto a Figi

Ora 69enne neozelandese sta bene, ma e’ sul lastrico
21 giugno, 19:21

(ANSA) – AUCKLAND, 21 GIU – Frank, neozelandese di 69 anni con una diagnosi di cancro terminale, ha deciso di dare fondo ai risparmi di una vita vivendo alla grande gli ultimi giorni che – almeno cosi’ credeva – gli restavano. E’ andato alle Figi con la moglie e in dieci giorni ha speso 30.000 dollari. Dandosi alla pazza gioia, ha accumulato debiti per 80.000 dollari. Solo che alla fine ha scoperto che si trattava di un errore del medico e si e’ ritrovato in ottima salute, ma sul lastrico.

Buona estate a tutti!

Share
Categorie:penso troppo Tag:

La bolla speculativa della bresaola

30 maggio 2012 Commenti chiusi

Non mi capita spesso di citare articoli di siti web della stampa “ufficiale”, tranne per i lanci di agenzia di ANSA.it. Ho appena letto un editoriale di Francesco Piccolo su corriere.it che mi e’ veramente piaciuto:

La bolla speculativa della bresaola
Ho fatto la dieta Dukan, sono dimagrito di sette chili in meno di un mese, ho picchiato un buon numero di persone e ho compreso finalmente la questione dei consumi, del capitalismo e della sua fragilita’.
http://lettura.corriere.it/la-bolla-speculativa-della-bresaola/

Un titolo cosí mi ha spinto a leggere il resto, e ho scoperto un articolo intelligente, garbato e ironico, come non se ne leggono molti.

Il mio voto: 10 su 10

Share
Categorie:libri e media Tag:

Clinton e le pornacchiose…. e alura?

24 maggio 2012 Commenti chiusi

Bill Clinton pare non si sia mai negato alle belle ragazze, e tutto sommato non desta più di tanta sorpresa il fatto che sia stato fotografato in compagnìa di due pornodive…

L’ANSA riferisce che la foto sia stata scattata l’altro giorno al casinò di Montecarlo assieme a Brooklyn Leigh, premiata nel 2012 per la scena di sesso più stravagante con un Avn Award, l’Oscar del porno, e Tasha Reign, a quanto pare nota pure lei nel giro.
Pare anche che l’ex presidente USA forse non fosse proprio bene al corrente di chi fossero queste belle ragazzotte…

Ora la gaffe diplomatica (indiretta per la moglie) e di relazioni pubbliche è probabilmente grossa, e per qualche giorno vedrete che se ne straparlerà: tutto sommato però trovo preferibile una foto del genere piuttosto che in compagnia di qualche nostro politico di chiara fama, noto mafioso o evasore fiscale, o semplicemente famoso figlio di buona donna.

Sarà antipolitica la mia ma, permettetemelo, gran parte dei nostri eletti non meritano complimenti migliori di questi.

Share